Perche’ sostituire gli infissi…..finestre…porte…ecc

NEWS BONUS PRIMA CASA….requisiti
19 ottobre 2018

Perche’ sostituire gli infissi…..finestre…porte…ecc

5 ragioni per sostituire gli infissi, dalle agevolazioni fiscali all’assenza di permessi

Habitissimo
Habitissimo
Autore: Redazione

Uno degli interventi più frequenti in una casa riguarda la sostituzione di porte e finestre. E in effetti, ci sono cinque buone ragioni, dalle agevolazioni fiscali all’abbattimento dei costi energetici, che possono rendere conveniente cambiare gli infissi, secondo gli esperti di Habitissimo.

  • Sostituzione infissi, il risparmio energetico

La presenza di spifferi e i vetri singoli sono una la causa di una forte dispersione termica negli infissi. Si parla di perdite che raggiungono il 25%, sia per il riscaldamento invernale che per la climatizzazione estiva. Si possono fare delle riparazioni e delle sostituzioni, ma la soluzione più efficace è il cambio dell’infisso, si avranno in questo modo prestazioni ottimali in termini di isolamento termico.

  • Detrazioni fiscali 2018 per la sostituzione infissi

In attesa dell’annunciata proroga per il 2019, anche per il 2018 sarà possibile usufruire delle detrazioni per il 50%  per le spese inerenti al bonus ristrutturazioni. Se però si dimostra di aver migliorato il risparmio energetico, si può fruttare l’ecobonus.

  • Cambiare porte e finestre, una spesa che si può ammortizzare

Per quanto riguarda la sostituzione di porte e finestre, vale la massima di “spendendo di più, si risparmia di più”. Una maggiore spesa spesso va di pari passo con un maggior potere isolante e una riduzione delle spese per il riscaldamento e il raffrescamento della casa. Un risparmio che può raggiungere i 300-500 euro all’anno.

  • Aumentare il valore della casa

Cambiare gli infissi di una casa, spesso vuol dire anche fare un investimento che potrà aumentare il valore della casa. Senza contare il valore estetico che si potrà dare alla casa.

  • Sostituzione infissi, i permessi necessari

Si tratta di manutenzione ordinaria, e quindi esule dalla richiesta di permessi, se la sostituzione non comporta la variazione delle partizioni dell’infisso, del colore esterno e della dimensione. Si tratta invece di manutenzione straordinaria, quando sono previste modifiche alle dimensioni o alla parte estetica, se sono significative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *